16 Aprile 2017: Pasqua Ortodossa e Cattolica Coincidono

Quest’anno la Pasqua ortodossa e quella cattolica cadono lo stesso giorno: domenica 16 aprile. È una coincidenza rara, dato che la religione cristiana cattolica segue il calendario gregoriano, mentre i cristiani ortodossi si appellano a quello giuliano.

La Pasqua cristiana è una ricorrenza religiosa che ricorda la resurrezione di Cristo e simboleggia la redenzione dei peccati dell’Uomo mediante la morte e la successiva rinascita del Figlio di Dio. Cade la domenica successiva al primo plenilunio di primavera. Si festeggia in tutto il mondo, seppur con usanze diverse di loco in loco.

 

In Italia durante la Domenica di Pasqua, tra rappresentazioni in piazza, fiaccolate e baldanzose feste di paese“esplode l’elemento gioioso che si manifesta nel volo delle colombe, nello scoppio di mortaretti e fuochi d’artificio, nelle grida esultanti dei fedeli, nel primo sole caldo della stagione”.

In Russia, invece, dopo la Quaresima si dà molta solennità alla fine del digiuno. I piatti tradizionali pasquali, come il kulic’[1], la torta paskha a base di ricotta e le uova sode con il guscio colorato, vengono benedetti mediante un rito in chiesa, offerti in seguito ad amici e parenti. Una parte del banchetto viene portata al cimitero, ai propri cari defunti, in un piattino sopra la tomba. C’è chi ha fede che i morti si sveglino e nella notte, lontano dai vivi, mangino tali portate. Gli scettici, invece, sostengono che siano  uccellini e scoiattoli, anch’essi abitanti dei cimiteri russi ubicati nei boschi, a mangiare le pietanze messe a fianco alle lapidi.

Per il resto, avete letto bene: anche in Russia si dipingono le uova per Pasqua. La curiosità, però, sta nel fatto che per gli ortodossi l’uovo è simbolo di rigenerazione e di purificazione.

“La leggenda narra che le pietre che hanno colpito Gesù, durante la flagellazione, si siano trasformate in uova rosse e che anche le uova portate da Maria al figlio morente si siano colorate di rosso.” 

Qualora vi capitasse di presenziare a una festa pasquale ortodossa, non stupitevi, dunque, se vedete i vostri commensali scambiarsi un saluto originale picchiettando ognuno il proprio uovo contro quello del compagno. Se volete entrare direttamente nello spirito della cerimonia, fatelo anche voi.

Questo momento per i credenti russi è magico, ha una sua liturgia. La formula è:

“Христос Воскрес! Воистину Воскрес!”
“Cristo è risorto! È veramente risorto!”.

 

kulic', russia, pasqua, 2017

[1] Il Kulic’ è un dolce composto da un impasto lievitato di burro, farina, latte, uova e zucchero, con uvetta, frutta candita e mandorle sbucciate. Viene cotto in uno stampo cilindrico e poi ricoperto nella parte superiore con una glassa di zucchero e albume d’uovo cosparsa di zucchero o miglio colorato. In genere è aromatizzato con liquori come vodka, rum o cognac e spezie. Si prepara per la Пасха (Pasqua) ortodossa in Russia, ma anche in Bielorussia, Bulgaria, Georgia, Romania, Serbia e Ucraina.

 

Di Alessandra Schirò

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...