San Pietroburgo è la nostra città preferita

San Pietroburgo, dai russi affettuosamente chiamata Питер (Piter) è una città che nel corso della sua esistenza ha resistito a qualsiasi dolorosa perdita, assedio e intemperie. Lo ha dimostrato ancora una volta questo 3 aprile, durante l’attentato sulla linea blu della metropolitana che ha causato 14 morti e più di 50 feriti.

Italia Russa Corner è uno spazio di cultura e intrattenimento. Il nostro intento è quello di mostrarvi la storia della cultura russa attraverso i nostri occhi, sperando di entusiasmarvi.

San Pietroburgo è tra le nostre città preferite, sappiatelo.

Fu edificata nel 1703 dallo zar Pietro il Grande, sul Mar Baltico. Il 27 maggio, il 16 maggio nel calendario giuliano allora in vigore, iniziarono gli scavi per erigere la fortezza dei Santi Pietro e Paolo sull’isola delle Lepri, in una zona paludosa e selvaggia, praticamente disabitata al centro della Neva, dove il fiume sfocia nel golfo di Finlandia.

Il nobile sogno del sovrano era “Прорубить окно в Европу!”, ovvero aprire una finestra che si affacciasse sull’Europa. Affidò questo progetto grandioso all’architetto ticinese Domenico Trezzini, che aveva da poco realizzato per Federico IV di Danimarca fortificazioni costiere e l’edificio della borsa. Un altro nome importante nell’edificazione di quella che per i russi è la “Seconda Venezia”, è quello dell’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli. Ancor oggi possiamo ammirare il Palazzo d’Inverno a San Pietroburgo e il Palazzo di Caterina a Tsarskoe Selo, da lui progettati.

Tra i tanti obiettivi di Pietro I vi era quello di fare della Russia uno dei principali partner commerciali della Gran Bretagna. Lo zar desiderava una città all’avanguardia, in grado di entrare nello spirito degli scambi culturali e del trading con l’Occidente. Nel 1713 San Pietroburgo divenne la nuova capitale dell’Impero Russo.

 

Di Alessandra Schirò

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...