San Nicola di Bari: in Russia fino al 28 Luglio

Dopo 930 anni, la Reliquia di San Nicola è partita da Bari per raggiungere la capitale della Russia.

Il 2017 è un anno fortunato. La coincidenza della Pasqua, la festa cristiana che celebra la resurrezione del Figlio di Dio, nei calendari delle due confessioni; la Reliquia di San Nicola che vola in Russia per due mesi circa, accolta con gaudio e giubilo dagli ortodossi, accompagnata con altrettanta gioia dai cattolici, sono soltanto i primi segnali di un dialogo armonioso, amichevole e duraturo tra l’Italia e la Russia.  

“La reliquia è stata deposta in un reliquiario realizzato dalla Federazione Russa: decorato con preziosi rilievi laterali che raccontano la vita e i miracoli del Santo”, scrive Repubblica, “Il trasferimento del frammento delle ossa del Santo patrono del capoluogo pugliese, che nel 1087 i marinai baresi traslarono dalla Turchia, è frutto dello storico incontro, avvenuto un anno fa a Cuba, tra il Patriarca di Mosca Kirill e Papa Francesco”.

Si tratta di un evento storico che potrebbe simboleggiare la ripresa dei rapporti tra Chiesa Ortodossa e Chiesa Cattolica dopo il Grande Scisma del 1054.

Il 21 maggio 2017 il sacro costato di San Nicola è partito da Bari, ad accompagnarlo in Russia, ci sono, l’arcivescovo di Bari-Bitonto e delegato pontificio per la Basilica di San Nicola, monsignor Francesco Cacucci, il priore della basilica di San Nicola, padre Ciro Capotosto, il sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Nella capitale russa la Reliquia sarà accolta da quattro giorni di festeggiamenti e celebrazioni religiose.

Mosca non è l’unica tappa interessata ai resti di San Nicola: la Reliquia, conservata a Bari per 930 anni, il 12 giugno sarà recapitata a San Pietroburgo, la capitale culturale, la “Seconda Venezia”, come la chiamano i russi. Tornerà nel capoluogo pugliese il prossimo 28 luglio.

Gli ortodossi non sono gli unici a gioire di questo evento storico. “Tutta la Russia oggi parla di noi, della Puglia e di Bari”, ha scritto su Facebook il governatore Michele Emiliano, pubblicando un video girato da lui stesso che riprende la cerimonia.

Fuori dalla Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca, luogo che ospita la Reliquia di San Nicola in Russia, il 21 maggio si è formata una coda di fedeli lunga 2 km, fino al Ponte dello stretto di Kerch. Il governo russo si è dimostrato pronto a questo evento memorabile, di portata internazionale e interreligiosa. La sicurezza sul territorio che circonda la Reliquia è garantita da 2000 collaboratori delle forze dell’ordine, aiutati da 10mila volontari. Mosca, inoltre, ha deciso di potenziare i controlli anche sulle linee dei trasporti in occasione dell’arrivo dei resti di San Nicola “Fautore di Miracoli”, Николай Чудотворец, per la Chiesa Russa.

San Nicola di Bari, noto anche come san Nicola di Myra, san Nicola dei Lorenesi, san Nicola Magno, san Niccolò e san Nicolò, nacque probabilmente a Pàtara di Licia, nell’attuale Turchia, tra il 261 ed il 280, da Epifanio e Giovanna che erano greci cristiani. In seguito lasciò la sua città natale e si trasferì a Myra dove venne ordinato sacerdote. Alla morte del vescovo metropolita di Myra, venne acclamato dal popolo come nuovo vescovo. Il culto si diffuse dapprima in Asia Minore (nel VI secolo 25 chiese a Costantinopoli erano a lui dedicate), con pellegrinaggi alla sua tomba, posta fuori dell’abitato di Myra. Numerosi scritti in greco ed in latino ne fecero progressivamente diffondere la venerazione verso il mondo bizantino-slavo e in Occidente, a partire da Roma e dal Meridione d’Italia, allora soggetto a Bisanzio.

Italia Russia Corner vuole essere ovunque si respiri il dialogo tra le culture della patria di Pushkin e di quella di Dante. Siamo felici di non essere gli unici a interessarsi ai legami tra questi due Paesi dai cuori che battono alla stessa frequenza.

Di Alessandra Schirò

Immagine di vesti-ukr.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...