Viaggio a San Pietroburgo: Prima Tappa

 

Conoscete una meta culturale estiva migliore di San Pietroburgo? Partiamo insieme per la seconda capitale russa, ieri dimora degli zar, oggi metropoli internazionale.

Cari amici, per prima cosa, prima di partire per San Pietroburgo, dovete sapere che se volete andare in Russia vi serve il visto o l’invito, a meno che non abbiate la doppia cittadinanza, in quel caso non serve. Inoltre di recente hanno fatto una legge per cui anche i coniugi di cittadini russi possono viaggiare semplicemente dichiarando l’atto di matrimonio. Sicuramente arrivati all’aeroporto dovrete passare il controllo passaporti. Non vi preoccupate se vedete delle facce serie e minacciose dall’altra parte della cabina, vi scrutano bene e si vogliono accertare che tutti i vostri documenti siano in regola e che non abbiate cattive intenzioni. Questi controlli li applicano anche con i cittadini russi, e a me sinceramente incutono timore, anche perché fanno domande di routine che quasi vorresti rispondere a tono, ma se lo fai rischi di incappare in problemi inutili! Per farvi capire la situazione ecco qualche domanda che potrebbero porvi: “Come si chiama?” “Per quanto tempo ha intenzione di restare?” “Perché è qui?”. E ai cittadini all’uscita dal paese chiedono anche “Dove sta andando? E perché?” e fidatevi, per chi ha il doppio passaporto queste domande sono davvero invadenti.

San Pietroburgo, viaggio
Da buddhism.ru


Ora parliamo di San Pietroburgo, una volta arrivati vi dovrete presto abituare al clima uggioso. Consiglio di portarvi dietro sempre un cappotto o una giacca a vento, in qualunque stagione voi siate. Esiste anche una piccola barzelletta che i residenti di questa grande città conoscono bene, ovvero che quando arriva l’estate è ora di fare il cambio di stagione, ora si potrà indossare il cappello estivo, il cappotto estivo e la sciarpetta estiva. Insomma San Pietroburgo è molto ventosa, grazie al nostro Pietro I il Grande che l’ha voluta costruire sul mare. Ed a proposito di mare, se restate in centro non riuscirete a vederlo, ma vi rimane a fare compagnia il fiume Neva.

In città vi dovrete spostare e non c’è niente di più comodo ed economico della metropolitana, con le sue 6 linee, vi porta da una parte all’altra della città. La metro è molto in profondità perché passa sotto al fiume, quindi quando siete sulle scale mobili state sulla destra, perché a fianco a voi ci sarà sempre qualcuno di fretta che scende a piedi. Appena arrivate per prendere il treno fermatevi un attimo ad ammirare la splendida architettura delle volte, proprio sopra di voi.

Ogni stazione dista almeno 2km, quindi se avete perso il treno non vi consiglio di andare a piedi fino alla prossima fermata, fidatevi mi è capitato e non vedevo l’ora di arrivare!

Metro, San Pietroburgo, viaggio
Da metro.spb.ru


Come altri mezzi di trasporto ci sono ovviamente i tram, i pullman e le marshrutka, piccoli pullmini da 10 posti a sedere molto comodi e veloci per raggiungere la dacha fuori città. Per chi non lo sapesse, la dacha è una casa di vacanza che quasi tutti i russi hanno, tendenzialmente fuori città. Tipicamente è fatta di legno con attorno orto e giardino, per rilassarsi nella natura dopo una dura settimana di lavoro. Se durante il soggiorno in Russia vi capita di andare in periferia, fateci caso a queste casette perché sono molto carine e vi faranno rivivere alcune delle favole russe più note (anche solo Masha e Orso rende l’idea).

Se siete fumatori dovete sapere che generalmente in Russia non esiste il tabaccaio e che le sigarette si comprano alla cassa del supermercato. Ma anche qui non è così facile come sembra! Sopra alla cassa i pacchetti si trovano chiusi dentro un box chiuso a chiave dalla cassiera, ed è esposta solo una lista con i nomi delle varie marche e quindi quando arrivate alla cassa dovete avere le idee più o meno chiare su che tipo sigarette vogliate. Un’altra cosa riguardo ai supermercati: visto che molti sono aperti 24h per legge le bevande alcoliche a San Pietroburgo non si possono vendere dalle 22 alle 11 di mattina. Ho precisato la città perché per esempio a Mosca l’orario è diverso.

San Pietroburgo, Viaggio
Da Sadovaya53.ru

Ultimo consiglio da viaggiatrice che vi do è di imparare qualche parola russa prima di partire, perché è vero che ormai con la globalizzazione tutti sanno l’inglese, ma non tutti i Russi come anche gli Italiani hanno studiato inglese a scuola, quindi siate gentili e non arrabbiatevi se non vi capiscono, imparate спасибо (grazie) e извините (scusi) e vedrete che in molti vi sorrideranno e faranno lo stesso con voi.

Per ora è tutto, ma presto vi parlerò anche del cibo e degli eventi più importanti da non perdere.

До встречи.

 

Di Anastasia Guerreschi

Immagine da mazurov-foto.ru

 

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. wwayne ha detto:

    Visto che condividiamo la passione per i viaggi, ti consiglio caldamente questi splendidi film: https://wwayne.wordpress.com/2014/09/28/i-miei-10-road-movies-preferiti%e2%80%8f/. 🙂

    Mi piace

    1. Grazie! Ho letto l’articolo con molto piacere!

      Mi piace

      1. wwayne ha detto:

        Ricambio i complimenti: anche il tuo blog è molto piacevole da leggere, infatti mi sono iscritto. Grazie a te per la risposta! 🙂

        Mi piace

  2. Carlo Alfieri ha detto:

    Un articolo molto interessante, e anche divertente. Complimenti!

    Mi piace

    1. Grazie, Carlo! Presto arriverà la seconda parte e tanti altri racconti 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...