Lasciare l’Italia per Vivere in Russia: la Mia Esperienza

Vivere in Russia è tanto interessante quanto difficile; la mia è un’esperienza come tante altre: lasciare la propria terra per l’ignoto, gioire per cose che prima erano scontate, capire il valore delle parole, rispettare usi e tradizioni che in patria erano scontate. Lavorando in Università mi occupo non solo di insegnamento ma anche di ricerca, per questo uno degli scopi del mio lavoro è quello di analizzare e confrontare obbiettivamente le differenze fra Unione Europea (e specialmente l’Italia) e Russia. Ho fatto convegni, pubblicazioni, articoli di giornale, seminari e tanti incontri qui in Russia; lavorando a Chelyabinsk resto più a contatto con la realtà degli Urali meridionali e quindi di quel mondo al confine Europa-Asia, ma ho avuto modo di confrontarmi anche a Mosca e San Pietroburgo. In questa rubrica vorrei rendermi utile, dare nuove conoscenze e soprattutto analizzare la Russia ed i russi in maniera più specifica e soprattutto meno superficiale.

Russia, Chelyabinsk
Da http://it.justmaps.org

Mi chiamo Antonio Campa, ho 27 anni e il 26 settembre 2014 mi sono trasferito in Russia. Prima di allora ho vissuto a Sanarica, paesino di 1500 anime dell’entroterra salentino; dopo essermi laureato in Economia Aziendale presso l’Università del Salento, ho deciso di continuare i miei studi nella Federazione Russa, destinazione Chelyabinsk. Inizialmente il piano era quello di prendere una specializzazione in Economia qui in Russia, imparare i fondamentali del russo e ritornare nel Bel Paese con un curriculum “sufficientemente” competitivo per trovare un posto di lavoro. Ma come dico spesso, la vita sa essere sempre imprevedibile; durante il secondo anno di specialistica il direttore della facoltà mi propose di lavorare come ricercatore part-time; un’esperienza molto stimolante che mi ha permesso di analizzare più dettagliatamente la società russa. Un anno fa ho finito la specialistica di Economia presso l’Università Statale di Chelyabinsk; poco prima dell’esame finale il direttore della facoltà mi propose una nuova esperienza lavorativa, ossia insegnare Politica Economica (in russo) e continuare il mio lavoro di ricerca. Dal 1 settembre 2016 sono un insegnante di economia della Statale di Chelyabinsk; il mio lavoro si divide fra lezioni e convegni e posso dirvi che è stimolante, magari a volte un po’ difficile ma questo fa parte del gioco. 

Qui in Russia ho capito che ogni obbiettivo raggiunto è solo la premessa per un nuovo obbiettivo da raggiungere, una sfida con se stessi e nulla più. Non sono un fanatico della Russia, amo il mio lavoro e quindi la verità e se c’è una cosa che ho capito in questi anni è che molto spesso (forse troppo) i canali di informazioni tendono a dare notizie faziose e troppo superficiali, cercando di indirizzare un’opinione pubblica pigra e cieca verso verità ingannevoli, che nulla hanno a che fare con la realtà dei fatti. Non voglio definirmi un esperto riguardo la Russia, non basta una vita per conoscere se stessi quindi figuriamoci se si può pretendere di capire la nazione più grande del mondo in appena tre anni; però posso dire di poter toccare con mano un mondo molto diverso dal nostro, e questo mi sta dando la possibilità di conoscere il sistema Russia ma anche di comprendere meglio la nostra nazione. 

Spero tanto di poter essere utile ed interessante, grazie e…buona lettura!

Di Antonio Campa

Immagine di itasportpress.it

Annunci

3 pensieri riguardo “Lasciare l’Italia per Vivere in Russia: la Mia Esperienza

  1. E’ oramai diventato “normale” sentire di giovani che emigrano verso paesi stranieri in cerca di occupazione. Paesi come Regno Unito e USA sono nominati in tutti i servizi televisivi; ma emigrare in Russia credo che non sia usuale. Immagino che, la sua, sia un’esperienza fantastica e, al tempo stesso, difficile; anche solo per imparare la lingua, molto diversa dalla nostra. Mi piacerebbe molto visitare questo Paese e chissà se un giorno il mio sogno si possa avverare….raggiungere Mosca in moto.

    Liked by 1 persona

    1. Wow! Raggiungere Mosca in moto! Non è del tutto inverosimile, sarebbero su per giù 3.000 km, e se ci si organizza bene, niente è impossibile. Facciamo il tifo per te! Nel caso riuscissi a realizzare questo sogno in futuro, ci farebbe tanto piacere sapere come è andata 😉

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...