Una Giornata a Novosibirsk 

Poniamo caso che la meta del vostro prossimo viaggio sia Novosibirsk, il capoluogo, nonché centro geografico della Siberia. Poniamo caso che vi ritroviate in una stanza di hotel sul Krasnyj Prospekt (Красный Проспект), Prospettiva Rossa, il vialone più esteso della città lungo 7km, talmente esteso da passare per 4 fermate di una delle due linee metropolitane di Novosibirsk. Poniamo caso che non sappiate cosa fare.

Novosibirsk è una città enorme, piena di sorprese, sia d’estate che d’inverno. È il capoluogo del Distretto Federale Siberiano e della Regione di Novosibirsk. È un importante nodo per i trasporti, ospita ferrovie e autostrade. Vi passa la ferrovia Transiberiana. La città dispone di un aeroporto internazionale grandissimo con due terminal, molto moderno, Толмачёво (Tolmačëvo). È attraversata dal fiume Ob, “venerato” dagli abitanti del capoluogo siberiano come vera anima della città.
Novosibirsk è attraversata da due linee di metropolitana, Leninskaja e Dzerzhinskaja (Ленинская e Дзержинская), che insieme contano in tutto 13 fermate. La metro di Novosibirsk è molto giovane, si estende soltanto per 16 km, fu costruita nel 1985. È piccola, una linea ha 6 fermate, l’altra 7, ma alcune stazioni come Ploščad’ Lenina (Площадь Ленина) e Krasnyj Prospekt non hanno nulla da invidiare alla bellezza della metro di Mosca.

Novosibirsk
Da ok.ru

Colazione siberiana

Stavamo dicendo, siete nella vostra stanza, vi siete appena svegliati, vi trovate nel cuore della Siberia, nella metropoli più importante della terra del gelo russa e non sapete cosa fare. 

Che ne dite di una bella colazione tipicamente russa con оладьи (olad’i) e la smetana, la marmellata di frutti di bosco e una tisana all’oblepikha (облепиха)?

Cosa sono gli olad’i? Si tratta di piccole frittelle di farina, uova, zucchero con aggiunta di acqua oppure latte, cucinate in padella. Non possono mancare su nessuna tavola russa nell’ora della colazione. Si mangiano accompagnate con la smetana, ovvero la panna acida, un condimento che in Russia si usa da tutte le parti, alternato alla maionese. Potete provarli anche con le marmellate di more e lamponi, sorseggiando una tisana all’oblepikha, in italiano “olivello selvatico”. È una bacca arancione dal sapore acidulo che gli autoctoni usano per qualsiasi occasione: per le scottature, per i malanni invernali, per arricchire i dolci e le tisane.

Potete fare colazione da Dudnik oppure da Kuzina, due catene russe di pasticceria che offrono anche una selezione di tè e caffè filtrato. Non vi consiglio di cercare l’espresso in Siberia, se mai doveste trovare il caffè “all’italiana” da qualche parte, potreste rendervi conto a vostre spese che è, amichevolmente parlando, una ciofeca e costa il triplo rispetto a quanto lo pagate a casa vostra nel vostro bar di fiducia. Il mio locale preferito per la colazione a Novosibirsk, però resta Kofij. Offre una selezione di caffè, raf, tè, ma anche bliny (блины), ovvero le crêpes tipiche russe, farcite con qualsiasi cosa voi desideriate.

Novosibirsk

Il mercato centrale di Novosibirsk

Dopo una ricca colazione, vi propongo di fare un giro per una delle principali attrattive della città: il mercato centrale di Novosibirsk (Центральный рынок). Si trova nei pressi della fermata Sibirskaja (Сибирская) della linea Dzerzhinskaja, ospita tradizioni di diversi popoli ed etnie che fanno parte del territorio della Federazione Russa e dei paesi vicini. Vedrete colori, sentirete profumi, voci, inflessioni mai provate fino ad allora. Sarà un viaggio extrasensoriale, il giro dell’URSS in qualche minuto. Ne resterete affascinati, ve lo garantisco.

Al mercato centrale di Novosibirsk hanno chiuso sotto chiave per l’eternità tutto il congresso panslavo. All’entrata si vedono donne dai tratti fisici contrastanti fra loro, spilloni dorati scintillanti di strass a raccogliere chiome scurissime che culminano in gonne lunghe e variopinte striscianti per terra. I mariti Tagiki vendono spezie e frutta secca a ogni angolo del corridoio.

Donne dai tratti slavi molto più occidentali sorreggono i seni riverse in avanti su grossi bancali che ospitano conigli, montoni, galline, mucche, pulcini morti e scuoiati. Urlano, vendono, chiamano, hanno le labbra dipinte di rosso, la pelle che sembra amido di riso, gli occhi chiarissimi, orecchini d’oro con diamanti e pietre azzurre, viola, verdi che scintillano sfarzosamentre da sotto i berretti sudati della divisa bordeaux. Ridono e parlano tra loro con cadenza colorita, Ucraina, Moldava, Serba, Croata. Mettono allegria.

L’Asia orientale è un mix di riso, verdura, profumi e colori delicati. Gradazioni di rosso e di bianco si riflettono in piccoli sorrisi dagli occhi neri a mandorla.

Il mercato centrale di Novosibirsk non perde il suo fascino nemmeno d’inverno. È al chiuso. Anche a -30°C c’è sempre il sole, i colori, il profumo. Bambini che corrono, miele e pigne profumate offerti dai monti Altaj, il salmone dalla Kamchatka. Non ci sono distanze, nè norme igieniche che tengano. È un microcosmo senza regole dove si fanno affari buonissimi: con 107 rubli, ovvero un euro e sessanta, ti porti a casa 10 uova e 100g di formaggio. La chiave del gioco è negoziare, all’inverosimile.

Novosibirsk
Pranzo con pelmeni

Una volta usciti dal mercato centrale di Novosibirsk, attanagliati dalla fame e dal desiderio di scoprire cose nuove, sapori tipici della cultura russa, un ottimo posto dove mangiare in tranquillità è il ristorante Beerman&Pelmeni dietro a piazza Lenin. Ci si arriva in metropolitana, si scende a Ploščad Lenina e si fanno quattro passi a piedi fino al ristorante. Non dimenticatevi di scaricare 2Gis, l’applicazione più utile per muoversi in Russia, un navigatore che conosce ogni bar, ogni teatro, ogni posto che vogliate visitare. Funziona anche offline.

Nel caso non vi sentiste pronti a muovervi in metropolitana e desideriate spostarvi in taxi, a Novosibirsk potete farlo tranquillamente. I prezzi sono veramente irrisori: tra i 200 e i 300 rubli all’interno della città, quindi tra i 3 e i 5 € circa. Il servizio più affidabile per chiamare un taxi in Russia e Yandex Taxi: un’applicazione per smartphone che permette di prenotare il taxi più vicino a voi in modo che possa raggiungervi in pochi minuti. Dall’app potete vedere subito il prezzo della corsa, ancora prima di salire sul taxi, e sarete in grado di visionare la strada che percorrerete in macchina grazie al GPS di cui l’applicazione è dotata. In questo modo eviterete perdite di tempo e raggiri.

Da Beerman&Pelmeni potrete gustare tutte le specialità russe: le zuppe, la carne, la vodka, ma soprattutto i pelmeni (пельмени), tipici ravioli russi. Avrete modo di assaggiarli ripieni di carne, verdure, pesce, accompagnati da una selezione di birre artigianali da intenditori.

È un posto ottimo sia per un pranzo informale tra amici, sia per una cena romantica con la vostra dolce metà. C’è anche la possibilità di sorseggiare ottimi cocktails preparati da barman eccezionali. Ricordatevi che ogniqualvolta voi desideriate ordinare dell’alcol in Russia, vi chiederanno un documento di identità per accertarsi che siate maggiorenni. Il limite per la vendita di tabacco e alcolici in tutta la Russia è stabilito a 18 anni e i controlli sono molto rigidi.

Novosibirsk
Da Wikipedia

Piazza Lenin e il Teatro dell’Opera e del Balletto di Novosibirsk

Dopo esservi rimpinguati coi pelmeni più buoni che abbiate mai mangiato, godetevi una passeggiatina in Piazza Lenin (Площадь Ленина), la piazza principale di Novosibirsk.

Guardatevi attorno. Sulla Prospettiva Rossa oggi si snoda la vita degli abitanti di Novosibirsk. C’è la city by night che parte dal Pervomajskij Skver (Piazzale del Primo Maggio) e finisce nella via Sovetskaja (Sovietica), la culture vulture city, con il Teatro dell’Opera e del Balletto, il Cinema Majakovskij, la galleria Tretjakovskaja e la sala concerti Filarmonija. È tutto di fronte a voi proprio in questo momento, attorno a Piazza Lenin.

Ho il piacere di accompagnarvi al Teatro dell’Opera e del Balletto di Novosibirsk. È una costruzione giovane, del XX secolo, si trova in Piazza Lenin. Si erge, infatti, dietro la statua del baluardo della società sovietica. Il primo spettacolo andò in scena pochi giorni dopo la resa incondizionata della Germania, nel maggio 1945. Il Teatro dell’Opera e del Balletto di Novosibirsk è il simbolo principale della città. Dopo la recente ricostruzione, avvenuta nel 2005, il teatro possiede un modernissimo equipaggiamento di impiantistica e scenotecnica.

Mio nonno mi aveva parlato di questo cambiamento, del fatto che gli interni del teatro non profumassero più di legno antico da bottega dell’antiquario e non fossero più quelli così austeri e cupi che detestavo quando ero bambina.

Adesso, dopo essere passati dal metal detector e dal corridoio enorme allestito a guardaroba, si entra in una sala rivestita quasi interamente di tessuto rosso mogano con dettagli dorati qua e là. Si sale al primo piano e, prima di accedere al parterre, si attraversa un corridoio semicircolare, tutto sui toni del blu con dei tavolini dalle tovaglie bianchissime allestiti a banchetto. A questo punto, una persona che è stata seguita da un nutrizionista, o che ha delle semplici nozioni di grafica pubblicitaria e dottrina dei colori potrebbe sorridere: “Ah! Se solo i russi sapessero che allestire il rinfresco in un ambiente blu non è decisamente la strategia di marketing migliore da adottare.” Ma dando un’occhiata veloce alla fauna che popola il luogo, tra ragazze bellissime con le décolleté a 15 cm di tacco anche in mezzo alla neve, color verde pitone, le calze a rete nere e il tubino rosa shocking di peluche ornato da un coprispalle viola di lana, si comprende come non ci sia alcunché di cui stupirsi.

Noi guardiamo lo spettacolo dalla tribuna centrale, è il posto migliore. L’ultima volta che ci sono stata, a novembre, ho assistito a un balletto. Era la prima di Le Corsaire di Farukh Ruzimatov. La prima cosa che saltava all’occhio erano le scenografie coloratissime, in stile orientale, molto realistiche, si muovevano e cambiano a ogni scena, tra pannelli, sfondi, tende semitrasparenti. I ballerini erano di una bravura incredibile, due ore di spettacolo passano in 10 minuti. Le luci favolose che si spostavano a dovere hanno reso lo spettacolo ancora più eclatante. Un’ovazione va anche all’orchestra che suonava sotto al palco.

Novosibirsk

Cena e vita serale

Per la cena e il proseguimento della serata voglio consigliarvi il Bar 113 in via Romanova 28, sempre vicino a Piazza Lenin. Il menù varia dalle classiche zuppe russe come borš e zuppa di funghi, agli hamburger, cornucopici e buonissimi, agli stuzzichini, alle insalate. C’è di tutto. Il locale è molto informale, nascosto in un sottoscala, ma l’insegna enorme, luminosa, arancione, non lascia spazio a dubbi, c’è scritto БАР 113. All’ingresso del locale il personale vi accoglierà con uno shot di benvenuto. 

L’atmosfera è informale, il clima euforico e i camerieri sono gentilissimi. Dopo cena potete fermarvi lì a sorseggiare un cocktail, fumare il narghilè (che in russo si dice kaljàn) in buona compagnia prima di tornare nella vostra stanza d’albergo a rigenerarvi dopo questa giornata intensa. 

Questi sono solo alcuni dei consigli per trascorrere un soggiorno piacevole a Novosibirsk, nella città più grande della Siberia. Non vi ho ancora parlato della sauna a Novosibirsk, dell’Acquapark più grande in Russia che si trova sempre a Novosibirsk, ma non vi preoccupate, ne sentirete parlare presto sui vostri schermi, nei nostri articoli. Non vi resta che seguire Italia Russia Corner e farci sapere quale sarà la meta del vostro prossimo viaggio. Non dimenticatevi di salutarci anche su Facebook. 

Alla prossima! 

Di Alessandra Schirò 

Immagine copertina da occhidellaguerra.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...