Kilometri di Bellezza: Cosa Bisogna Sapere sul Lago Bajkal in Inverno

Amici di Italia Russia Corner, oggi vi presentiamo l’inverno sul Lago Bajkal. Per farlo abbiamo interpellato i nostri traduttori preferiti: Russia in Translation. Ci hanno fornito la versione italiana di un bellissimo articolo di Slava Stepanov per Gazeta.ru. 

Il lago Bajkal in inverno non è da meno rispetto all’estate. Dopo che la superficie dell’acqua si ricopre di ghiaccio, ci sono ancora più possibilità di vedere la bellezza del lago. Vi racconterò di questa bellezza. 

Bajkal, Lago Bajkal, inverno
Da Gazeta Ru

Per estensione lo specchio d’acqua del lago Bajkal occupa il sesto posto tra i più grandi laghi del mondo. In inverno si ghiaccia un’area di oltre 30mila km quadrati, pari a circa quella di paese come il Belgio.

Bajkal, lago Bajkal
Da Gazeta Ru

Il periodo di gelo va da gennaio a maggio.

Il Bajkal si ghiaccia quasi interamente. Soltanto una piccola area alla sorgente dell’Angara tra i 15 e i 20 km rimane inviolata. Per inciso, è interessante notare che nel Bajkal affluiscono 336 tra fiumi e torrenti, mentre l’unico emissario è il fiume Angara.

A febbraio lo spessore del ghiaccio sul lago Bajkal è di 1 m mentre nelle anse è di 1,5-2 m.

Durante le grandi gelate dei crepacci rompono il ghiaccio in diverse aree. Ciò avviene tutti gli anni più o meno negli stessi luoghi del Lago Bajkal. 

Bajkal, lago Bajkal, inverno, ghiaccio
Da Gazeta Ru

Un enorme strato di ghiaccio si comprime o si allarga creando molta pressione al proprio interno. Questo processo è accompagnato da un forte schianto che ricorda un tuono o un colpo di pistola.
Lungo i crepacci che si stanno formando si accumula un mucchio di detriti di ghiaccio.

Grazie alle crepe nel ghiaccio ai pesci del lago non manca l’ossigeno per sopravvive. 

Bajkal, lago Bajkal, ghiaccio
Da Gazeta Ru

Crepacci orizzontali all’interno della superficie del ghiaccio
L’aria congelata forma colonnine fantasiose.

Ol’chon è l’isola più grande e la sola ad essere abitata. La sua lunghezza è di 71 km, la larghezza arriva fino a 12 km.
La costa nord-occidentale del lago Bajkal forma degli stretti con Ol’chon: il Piccolo Mare e la Porta di Ol’chon. 
Lo stretto della Porta di Ol’chon. Capo Choboj.
Non lontano dal lato esterno di Ol’chon si trova il punto più profondo del Bajkal a 1642 m.

Bajkal, ghiaccio
Da Gazeta Ru

Il punto più alto di Ol’chon è il Monte Zima. L’altezza sul livello del mare è di 1274 m, l’altitudine sopra al Bajkal è di 818 m.

Choboj è una parola che in buriato significa “zanna”. È il punto più a nord di Ol’chon.

La roccia dei tre Fratelli (Capo Sagan-Chušun).

Bajkal, lago Bajkal, ghiaccio
Da Gazeta Ru

Una grotta di ghiaccio. Stalattiti di ghiaccio

Le stalattiti di ghiaccio sono chiamate “sokuj”. Si formano quando il lago si ghiaccia all’inizio dell’inverno. 

Le sokuj crescono in modo particolarmente veloce durante i venti forti, accompagnati da una tempesta di neve, quando è ghiacciata non solo dall’acqua, ma anche da neve bagnata.

L’isola Charancy

Lago Bajkal, inverno
Da Gazeta Ru

L’isola Edor (si traduce come “testa di leone”).

Bajkal, Lago Bajkal, inverno
Da Gazeta Ru

Stalattiti di ghiaccio in una grotta

La roccia Šamanka.

Bajkal, inverno
Da Gazeta Ru

Ancora lei. Forse questa è l’immagine più famosa del lago Bajkal.

Bajkal, inverno
Bajkal, lago Bajkal, inverno

La roccia a due picchi è composta da marmo e calcare dolomitico. La superficie della roccia è ricoperta da un luminoso lichene. 
Il nome di capo Burchan apparve dopo la penetrazione del buddismo nella regione di Bajkal. I buddisti iniziarno a chiamre con la parola “Burchan” la divinità principale del Bajkal che credevano vivesse proprio lì.
Vicino al promontorio si trova villaggio di Chužir. È il più grande insediamento dell’isola. È abitato da più di mille persone. L’occupazione locale principale consiste nei servizi al turismo.
Le isole di Ol’trek e Borga-Dagan. Le tracce di neve sono chiaramente visibili.

Bajkal, inverno
Da Gazeta Ru

L’isola Ogoj

Bajkal, inverno
Da Gazeta Ru

Una stupa dell’illuminazione sulla cima dell’isola


Capo Ogoj
In inverno, l’isola di Olchon è collegata alla terraferma da un passaggio di 10 chilometri di ghiaccio.

Un crinale.


Anche il villaggio di Listvjanka vive di turismo. Qui vendono il cisco artico del Bajkal e souvenir.

65 chilometri da Irkutsk.

Il punto più occidentale del lago Bajkal.


Il villaggio di Kultuk.


La catena montuosa Chamar-Daban è considerata la più antica sulla terra. La sua lunghezza da ovest ad est è più di 350 km.

Su queste montagne scorre il confine tra la oblast’ di Irkutsk e la Buriazia.
La città di Sljudjanka.


Qui ha inizio la ferrovia Bajkal-Amur detta ferrovia Circum-Bajkal.


Un tratto importante della ferrovia transiberiana è lo snodo Angasolskaya. Questo doppio tratto della ferrovia Circum-Bajkal da Sljudjanka a Irkutsk è stato messo in funzione nel 1949.

Prima dell’introduzione del doppio tratto c’era un’altra, ora storica, ferrovia che passava lungo la costa settentrionale all’estremità meridionale del lago Bajkal da Sljudjanka fino al villaggio di Bajkal lungo la parte meridionale dell’altopiano di Olchin. 

Attualmente, la ferrovia Circum-Bajkal è ha una lunghezza di 89 chilometri.

Formazione di nuvole sulle montagne di Buriazia.


La limnologia del Bajkal. La limnologia è la scienza degli aspetti fisici, chimici e biologici dei laghi e degli altri corpi d’acqua dolce.

La stazione limnologica sul ghiaccio vicino al villaggio di Bol’šie Koty.


Un aerostato. 


Traduzione di Marcello De Giorgi

Segui Russia in Translation su Facebook!

Annunci

2 pensieri riguardo “Kilometri di Bellezza: Cosa Bisogna Sapere sul Lago Bajkal in Inverno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...