In Russia quasi Tutti gli Studenti si Laureano in Tempo

Ebbene oggi vorrei parlarvi invece di come funziona l’università nella Federazione Russa. Prima di tutto devo confessare una cosa che a molti studenti italiani sembrerà folle, ovvero: in Russia quasi tutti gli studenti si laureano in tempo. I casi di fuori corso sono davvero rari ed eccezionali, per lo più causati da un momentaneo abbandono degli studi! Ma andiamo con ordine; l’università in Russia per molti aspetti è simile a quella italiana anche se ci sono alcune sostanziali differenze che voi proprio vedere con voi. 

La prima che balza agli occhi è la differenza fra studenti a “tempo pieno” e quelli “part time”. Il Ministero del’istruzione russo in sostanza ha deciso di creare due tipi di corsi e di lauree che variano in base ai bisogni degli studenti. Infatti se lo studente a tempo pieno è di fatto lo studente universitario tipo italiano, quello “part time” invece è di solito una persona che già lavora, che magari in passato aveva iniziato gli studi, o che ancora essendo diventato papà o mamma non può dedicarsi completamente agli studi.

Uno studente part-time ha una sola lezione di 5 ore continuate riguardo la materia del corso, dopo di che si prepara per l’esame che in genere è meno difficile rispetto a quello per gli studenti a tempo pieno. Guardando alla mia esperienza, molto spesso mi capita di vedere ragazzi che già lavorano ogni giorno e quindi preferiscono intraprendere questo tipo di percorso di studi, in altri casi invece sono persone adulte che per ottenere una promozione al lavoro necessitano di un titolo di studio universitario. Altre volte invece mi capita di vedere libretti universitari di 10 o anche 15 anni fa; tutte ragazze o ragazzi che, diventate mamme o papà, abbandonarono gli studi per poi decidere, per puro amore per la conoscenza, di riprenderli a distanza di tutto questo tempo. C’è da sottolineare che questo titolo di studio, resta meno “prestigioso” rispetto alla laurea classica, in ogni caso alla fine degli studi si ottiene sempre e comunque un diploma universitario. 

Studenti, università Russia
In genere l’università in Russia la paragonerei ad una sorta di continuazione delle scuole superiori. Mi spiego meglio: ogni classe è composta da 10-15-20 alunni al massimo. Quindi la classica classe di economia aziendale con 250 persone e il professore che spiega col microfono in Russia è pura fantascienza. Per gli studenti il fatto che vengono divisi in diversi gruppi è sicuramente un fatto positivo, per gli insegnanti magari un po’ meno dato che sono costretti a ripetere la stessa lezione 5,6 o anche 7 volte in una settimana (ma d’altronde siamo pagati per questo, giusto?!?). Ogni insegnante ha una lista degli studenti di ogni gruppo, quindi diventa immediato riconoscere e chiamare per nome gli studenti, questo permette agli insegnanti di capire chi sono gli alunni più attivi e meritevoli. A fine lezione si danno sempre “i compiti per casa”, che in genere vengono consegnati dagli studenti la volta successiva. Io francamente ho optato per il sistema elettronico, così risparmiamo tempo e carta. 

Ogni semestre con i miei studenti ho una “conferenza”, che si inserisce nel circuito della conferenza studentesca della nostra facoltà. Ogni studente sceglie un tema riguardante la materia di studio, prepara un discorso ed una presentazione, infine risponde alle domande di studenti ed insegnante. Di conseguenza, il giorno dell’esame, per studenti e professori diventa una vera formalità, poiché l’insegnante già sa chi sono i più meritevoli. Qualora qualcuno non dovesse passare l’esame, l’insegnante e lo studente si mettono d’accordo su quando ripetere l’esame, generalmente il giorno successivo, non esistono ne date ne statini ne tanto meno prenotazioni!

In molti casi mi è capitato di comunicare con il “capo classe” tramite Vkontakte, il facebook russo, tante tantissime altre volte sono stati gli studenti a contattarmi direttamente per domande e delucidazioni varie. Infine mi è già successo due volte in un anno che alcuni studenti mi propongono dei progetti di ricerca che sono attinenti con la nostra materia. L’ultimo è stato lo studio di prodotti europei fabbricati in Russia e capire se questi sono diversi nel prezzo, nella produzione e nei materiali rispetto agli analoghi europei. Io e i ragazzi abbiamo scritto un articolo che è stato pubblicato sul giornale scientifico di economia dell’università, per questo motivo ho deciso che la prova di esame per loro era già stata superata, cosa assolutamente normalissima in Russia. 
Di Antonio Campa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...