Quattro Raketa con un’anima sola

Per la ormai consueta rubrica sul collezionismo russo, con un particolare focus dedicato agli orologi, parliamo ancora del marchio Raketa.

Affrontiamo di nuovo l’argomento dei Raketa realizzati per l’Italia, presentandovi una serie di ben quattro orologi, proposti in altrettante varianti molto interessanti.

Già nello scorso articolo si è parlato di come questi orologi siano stati creati per incontrare il gusto della clientela italiana, andando a proporsi ad un target interessato agli orologi civili. L’orologeria russa è stata spesso “militareggiante”, ma Raketa è il marchio che più ha strizzato l’occhio al mondo del “civile”.

Raketa

Anche in questo caso quindi ci si è rivolti a un pubblico di questo tipo. Gli orologi in questione sono relativamente piccoli, con una cassa da 37mm infatti risultavano discreti e quindi indossabili da un numero maggiore di persone, anche da donne. Il fondello riportava la scritta “Made in USSR”, con il logo Raketa.

Il movimento rimaneva rigorosamente a carica manuale, piccolo link ad una filosofia che purtroppo sembra scomparire oggi sugli orologi “di largo consumo”.

La cosa più interessante di questi orologi sono i quadranti. Questi modelli venivano proposti in due colorazioni e ben quattro varianti. C’era la possibilità di scegliere fra quadrante color oro o argento e, ulteriormente, scegliere fra gli indici in numeri romani o arabi. Sul quadrante, oltre al brand Raketa, è riportata la scritta “sdelano v CCCP”, accompagnata dal marchio di qualità statale dell’Unione Sovietica.

A tal proposito mi occorre ritornare su un punto, non è ben chiaro se l’applicazione di marchi o scritte riguardanti l’Unione Sovietica sia stata in qualche modo avallata da Raketa. Questi orologi sono stati creati per il mercato italiano, probabilmente in periodi successivi all’Unione Sovietica. È probabile che anche queste indicazioni siano state inserite sugli orologi per andare nella direzione di una moda degli anni ’80 e ’90, per arrivare quindi all’occhio di un maggior numero di persone.

Raketa

Il Corredo

Questi orologi hanno avuto in abbinamento un cinturino marrone con impunture bianche e marchiato Raky. Le confezioni di vendita erano le classiche scatole rosse con marchio dorato.

Che altro dire, sono orologi estremamente interessanti per le vicissitudini che li hanno resi protagonisti del loro tempo. È strano pensare come questi orologi venissero venduti nelle migliori gioiellerie, in un periodo in cui la cultura russa era molto diffusa e generava ottimi profitti.

Raketa

Oggi non saprei dire quanto siano rari, certamente sono orologi che un collezionista non dovrebbe lasciarsi scappare.

Antonio Cosini Botti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...